Il progetto "Un quaderno per ricostruire"

Un quaderno in carta riciclata FSC in tutte le scuole elementari della Regione per sostenere il recupero del patrimonio boschivo del Veneto dopo la grande tempesta di fine ottobre 2018 che ha colpito le zone montane.
L’idea nasce dalla Fondazione Alberto Peruzzo che, d’intesa con l’assessorato alla scuola della Regione Veneto, distribuirà dal mese di Aprile ai 225.171 alunni delle scuole primarie del Veneto un quaderno “attivo”, utilizzabile per le consuete attività didattiche, che riproduce in copertina un fumetto sulla rinascita dei boschi feriti dal disastro ambientale che ha colpito il Veneto e che – nelle due pagine centrali – invita gli alunni ad esprimere, attraverso un disegno, un testo, una poesia o un elaborato il proprio contributo sul tema della fragilità ambientale, dei cambiamenti climatici e della tutela della natura e del suo patrimonio.

Gli elaborati dei bambini saranno successivamente valutati da una giuria di esperti che selezionerà e premierà i lavori più meritevoli.

Ringrazio Alberto Peruzzo e la sua Fondazione per aver proposto questa iniziativa, che coinvolge i più piccoli” ha sottolineato l’assessore regionale all’istruzione e formazione, Elena Donazzan, che ha presentato l’iniziativa a palazzo Ferro-Fini, sede del Consiglio regionale del Veneto.
“Oltre 200 mila ragazzi delle scuole primarie e i loro insegnanti, attraverso questo progetto saranno coinvolti in prima persona nella ricostruzione, diventando così partecipi di quella gara collettiva che sta rimettendo in piedi la montagna veneta. Ai bambini di oggi affidiamo simbolicamente il bosco di domani. Ad oggi il conto corrente aperto dalla Regione Veneto ha già raccolto oltre 2 milioni di euro di donazioni: cittadini, famiglie, imprenditori, tutti hanno voluto dare un proprio contributo. E l’intero importo raccolto con gli SMS solidali, per stessa scelta delle regioni più coinvolte, sarà devoluto al Veneto: una solidarietà nazionale, che ci vede tutti uniti in questo momento di difficoltà”.

Alberto Peruzzo, Presidente della Fondazione, oltre a sponsorizzare la realizzazione e la distribuzione dei quaderni e a promuovere il concorso per selezionare i contributi migliori, ha conferito una donazione alla Regione del Veneto per la piantumazione di nuovi alberi. .